Gli eventi

L'ARCOBALENO LIQUIDO DELLA CREATIVITA'

spettacolo

ASSOCIAZIONE I SOLISTI AQUILANI

Palazzo Cappa - il 13/07/2017 ore 21:30

I SOLISTI AQUILANI TRIO
Federico Cardilli violino
Margherita Di Giovanni viola
Giulio Ferretti violoncello
Musiche di Mozart, Bartók, Bach



Manifestazione multimediale (musica, poesia, arti visive con esposizione di libri d’artista e proiezioni video) per la VI edizione dei “Cantieri dell’Immaginario”- L’Aquila, Estate 2017

Il progetto L’ARCOBALENO LIQUIDO DELLA CREATIVITA’, prodotto dall’Associazione I Solisti Aquilani e curato dalle associazioni ITINERARI ARMONICI e MuBAQ-Museo dei Bambini L’Aquila, è un evento innovativo, sperimentale, che gioca sulla commistione di vari linguaggi proponendo modalità creative “particolarissime” sia nella costruzione che nella percezione delle proposte creative. Il coinvolgimento vuole essere totale: emotivo, fisico, intellettuale, spirituale.

L’idea si incardina su alcuni presupposti di fondo quali la varietà e l’interazione di linguaggi e di forme estetiche, basate sulla qualità, la ricerca e le tecnologie avanzate. 

Si tratta di tessere e mettere in atto una pratica creativa che necessita di un profondo ripensamento, anche sulle modalità di fruizione (tenuto conto dei radicali cambiamenti dei consumi culturali), soprattutto nel rapporto di interazione tra gli artisti e il pubblico che viene messo nelle condizioni di condividere l'esperienza, quindi di interagire con le creazioni culturali in scena. 

In sintesi, la costruzione di un mondo di suoni, parole, immagini, colori, movimenti ha la funzione di contaminare il pensiero diffuso per modificarlo e stimolarlo in modo attivo e aperto a personali sperimentazioni.

Le parole chiave: ACQUA BIANCO ROSA NERO & ARCOBALENO hanno fatto da filo conduttore. Per quanto riguarda i colori: i primi due rimandano alla bicromia in pietra della Fontana delle 99 cannelle e di tanti altri monumenti medioevali e rinascimentali cittadini; il nero evoca il lutto che ha colpito nel 1703 la popolazione aquilana e purtroppo nel 2009 il  territorio aquilano. 

Lo spettacolo si articola in un contesto interdisciplinare nel quale, quindi, le arti visive, la musica e la poesia si fondono in una simbologia di colori che poete e artiste hanno dedicato alla città dell’Aquila. Paola Babini, Nedda Bonini, Primarosa Cesarini Sforza, Giancarla Frare e Lea Contestabile  hanno lavorato partendo dai  testi poetici di Anna Maria Giancarli, Tomaso Binga, Franca Battista, Nicoletta Di Gregorio e Jonida Prifti sulle parole-chiave “acqua”, “bianco”, “rosa”, “nero”, “arcobaleno”, realizzando venticinque libri d’arte. Anche gli allievi dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila hanno " costruito" i loro libri con lo stesso filo conduttore. Inoltre, le musiche, parte integrante del progetto, e i video che vengono  proiettati, creano  un ambiente "immersivo" e interattivo, in cui tutte le componenti espressive si integrano a vicenda, dando luogo a una esperienza multisensoriale coinvolgente e unica.

prenotazione obbligatoria 0862 420369

Dove si svolge