Gli eventi

L’AQUILA “MAGNIFICA CITADE”

spettacolo

ASSOCIAZIONE CULTURALE CENTRO MULTIMEDIALE “QUARTO DI SANTA GIUSTA” MU.SP.A.C. MUSEO SPERIMENTALE D’ARTE CONTEMPORANEA in collaborazione con docenti e studenti dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila

Scalinata di San Bernardino - Dal 30/07/2017 al 31/07/2017 - ore 21:30

visioni e cantori di nicchia
performance teatrali e installazioni artistiche
Enrico Sconci direzione artistica



Le istallazioni artistiche e le performance di sei attori professionisti avranno come scenario le nicchie laterali della scalinata di San Bernardino. Il tentativo è quello di trasformare, intendere o immaginare, per pochi giorni, la scenografica scalinata come fosse una “cavità teatrale” o un grande “museo all’aperto”, per mettere in rapporto l’arte di oggi con quella del passato. Tale scelta nasce dopo aver svolto ricerche storiche da cui si è appreso che le stesse nicchie, fin dalla loro realizzazione, avvenuta agli inizi dell’Ottocento, con il contributo delle nobili famiglie aquilane, sono rimaste sempre vuote e mai correttamente utilizzate. Probabilmente, in un periodo in cui il culto della devozione veniva trasportato all’esterno, furono costruite per contenere delle statue dei personaggi illustri delle diverse famiglie o comunque opere in onore di San Bernardino, che non vi furono però mai collocate. Pensiamo pertanto che con diversi interventi artistici, ovviamente reversibili e temporanei, si possa creare una costante attenzione verso questo importante monumento e sviluppare una maggiore sensibilità e consapevolezza critica dei cittadini verso i propri Beni Culturali.

Con tale iniziativa si vuole dare un modesto contributo per evitare che, dopo i diversi restauri svolti dagli enti preposti, la scalinata rimanga abbandonata a se stessa, sottoposta nuovamente al degrado o ad ulteriori danni vandalici. Con i complementari linguaggi dell’arte crediamo si possa riuscire a far dialogare e mettere a confronto, per lo sviluppo di un sapere unitario, passato e presente, antichità e modernità, tradizione e sviluppo. Senza snaturare il senso originario e l’integrità architettonica dei monumenti del passato, ma solo sottraendoli all’abbandono e a un ruolo puramente archeologico, potranno essere maggiormente apprezzati e valorizzati, reinseriti in progetti di attiva funzione. La prima parte del lavoro ha riguardato l’aspetto conoscitivo del monumento, con ricerche storiche sul significato degli stemmi delle nobili famiglie aquilane, dislocati sulle singole edicole. Abbiamo raccolto documenti, immagini antiche, materiale fotografico ed eseguito dei rilievi; base necessaria per artisti e giovani studenti che hanno elaborato i vari interventi, prima virtualmente mediante l’uso del computer e in un secondo momento con la realizzazione concreta delle opere (sculture, dipinti, installazioni, video art), inserite direttamente all’interno delle nicchie. A tal fine abbiamo organizzato anche una serie d’incontri e di laboratori didattici per lo studio e l’approfondimento delle varie proposte operative. 

(in caso di maltempo Palazzetto dei Nobili)

Dove si svolge