Gli eventi

ASSEDIO - FRAMMENTI DI REPORTAGE

spettacolo

ISTITUZIONE SINFONICA ABRUZZESE

Parco del Castello - Dal 21/07/2017 al 22/07/2017 - ore 21:30

opera multimediale tratta dai reportages di Lucia Goracci per RAI News 24
da un’idea di Luisa Prayer
testi di Lucia Goracci e Lucia Goracci
partitura sinfonica di Tonino Battista
brani originali e elaborazioni da Palestrina per contrabbasso e ensemble di Daniele Roccato
riprese di Miodrag Stojicic
regia video di Claudio Rufa per E.V.O.C.A - Encoded Visions on Canvas

ORCHESTRA SINFONICA ABRUZZESE
Tonino Battista direttore
Daniele Roccato contrabbasso solista
Ghavi Helm Mohammad percussioni etniche
Ludus Gravis ensemble di contrabbassi
Lucia Goracci e Stefano Goracci voci
nuova commissione ISA – prima esecuzione assoluta

progetto realizzato in collaborazione con RAI News 24



Sulla scena di “ASSEDIO - frammenti di reportage” il team di autori/esecutori che hanno creato in azione sinergica una drammaturgia multimediale. Il concetto dell’opera è quello di trasferire dal piano della cronaca giornalistica - che esaurisce in pochi minuti il suo rapporto con l’ascoltatore - al piano dell’opera, che nella forma artistica guadagna la dimensione della permanenza, lo straordinario esito della testimonianza di una grande giornalista italiana, Lucia Goracci, che da anni trasmette i suoi reportage da vari fronti di guerra, e che in particolare ha seguito a lungo gli assedi di Aleppo, Siria (2016) e Mosul, Iraq (dal 2015 a oggi). 

Nell’opera è rappresentato – come è nei reportage della Goracci – un punto di vista che interpreta con i propri strumenti culturali eventi storici lontani, ma che generano fenomeni, come le grandi migrazioni, che ci toccano da vicino: punto di partenza per la partitura per orchestra di Battista e le musiche e le improvvisazioni di Roccato sono le Lamentationes  Jeremiae Prophetae, mottetti composti da Palestrina (1525-1594) sul testo biblico che si riferisce alla distruzione di Gerusalemme, qui assunta come archetipo. Nel video, creato dal regista/musicista Claudio Rufa, il rapporto complesso con il materiale di reportage – anche inedito – la partitura musicale, la presenza dal vivo di Lucia. In questo lavoro di riscrittura il valore artistico di un’opera scritta da un gruppo di autori fortemente motivati rispetto ai temi posti dall’osservazione di una umanità sotto assedio e in fuga.

(in caso di maltempo Auditorium del Parco)

Dove si svolge

Parco del Castello

Tutti gli spettacoli che si svolgono a Parco del Castello

Il parco del Castello e’ la zona verde che cinge il Forte Spagnolo. Un enorme parco alberato, autentico polmone verde cittadino.
Un parco realizzato attorno al castello cinquecentesco, la fortezza dell’Aquila che venne costruita nel corso di un grandioso progetto di rafforzamento militare del territorio avvenuto durante la dominazione spagnola in Italia meridionale nella prima meta’ del cinquecento.
Mai usato per scopi bellici, fu usato nel seicento come residenza del governatore spagnolo e poi come alloggio per i soldati francesi nell’ottocento e per i tedeschi nell’ultima guerra mondiale. Nel 1951 fu restaurato ad opera della Soprintendenza ai monumenti e gallerie d’Abruzzo e Molise. E’ sede del museo nazionale d’Abruzzo.
Danneggiato dal terremoto, non e’ ancora agibile.
All’interno del parco del Castello, entrando dalla Fontana Luminosa, dopo il sisma e’ stato costruito un Auditorium progettato dall’architetto Renzo Piano su idea di Claudio Abbado e finanziato dalla provincia autonoma di Trento. Questo per restituire alla citta’ uno spazio culturale a disposizione delle molteplici attività che si realizzano in citta’.