04 Agosto 2017

Il sorriso del teatro di strada con Brucaliffo e "Sedie Mobili". Sabato 5 agosto doppio appuntamento

Proseguono gli appuntamenti di Brucaliffo e del teatro itinerante di strada nell’ambito de I Cantieri dell’Immaginario. 

Sabato 5 agosto doppio appuntamento con “Sedie Mobili”, in programma alle ore 19 e alle ore 22.30 all’Aquila, con la regia dell’artista argentino Adrian Schvarzstein, l’aiuto regia della danzatrice lituana Jurate Širvytė-Rukštelė e con la direzione artistica di Cecilia Cruciani. Lo spettacolo delle 19 prenderà le mosse dai Quattro cantoni, mentre quello delle 22.30 inizierà dal Piazzale antistante l’Auditorium. 


Proseguono gli appuntamenti di Brucaliffo e del teatro itinerante di strada nell’ambito de I Cantieri dell’Immaginario. 

Sabato 5 agosto doppio appuntamento con “Sedie Mobili”, in programma alle ore 19 e alle ore 22.30 all’Aquila, con la regia dell’artista argentino Adrian Schvarzstein, l’aiuto regia della danzatrice lituana Jurate Širvytė-Rukštelė e con la direzione artistica di Cecilia Cruciani. Lo spettacolo delle 19 prenderà le mosse dai Quattro cantoni, mentre quello delle 22.30 inizierà dal Piazzale antistante l’Auditorium. 

“Sedie mobili” è il frutto del percorso laboratoriale “La strada di Adrian” che l’Associazione Brucaliffo ha organizzato nell’ambito de “I cantieri dell’Immaginario 2017” dall’1 al 5 agosto per 14 artisti abruzzesi, di altre regioni italiane e di altri Paesi europei: Andrea di Giovanni, Assunta Pinelli, Cecilia Cruciani, Francesca Catenacci, Francesco di Concilio, Jana Chmelikova, Lorenzo di Santo, Monica Ciarcelli, Riccardo Agresti, Sara Capecci, Sara Gagliarducci, Simona Rogoz, Stefania Ziglio e Valentina Nibid. 

Gli artisti si relazioneranno con gli spettatori avendo a disposizione come unico strumento delle sedie che si muoveranno con loro nei vicoli, strade, piazze seguendo il percorso della non troppo lontana quotidianità della città. Luoghi dove forse anche gli aquilani non sono più tornati dal 2009. Obiettivo di questo spettacolo unico ed originale sarà quella di includere lo spettatore nell’evento, trasportandolo in un mondo parallelo e poetico restituendo all’Aquila la bellezza che merita. 

Portare il sorriso e la bellezza nei luoghi del disagio è, in effetti, uno degli scopi dell’Associazione Brucaliffo che, dal 2010, si occupa di ricerca teatrale e svolge attività di volontariato con il progetto “Clown in corsia” presso l’Ospedale S. Salvatore dell’Aquila e con progetti internazionali di solidarietà. Fa, inoltre, parte della Federazione Nazionale Clown Dottori ed è cofondatrice della Federazione Operazione Buonumore Onlus.