19 Luglio 2017

Giovedì 20 luglio, Primo Di Nicola con il giornalismo di Gadda e il concerto organistico al monastero di Sant’amico con Armando Carideo.

Giovedì 20 luglio il cartellone prevede alle ore 18 all’Auditorium del Parco l’associazione Musica per la Pace promuove l’appuntamento con Primo Di Nicola. Direttore del quotidiano Il Centro, Di Nicola è il protagonista della seconda giornata di “Girovagando nel mondo di Gadda”, i giovedì di approfondimento sulla figura di Carlo Emilio Gadda in preparazione dello spettacolo ideato da Errico Centofanti sull’esperienza aquilana del grande scrittore milanese.

In serata, alle 21.30 nella Chiesa del Monastero di Sant’Amico, la Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” propone l’appuntamento con lo studioso e organista Armando Carideo, che racconterà la storia dell’organo costruito nel XVII secolo e attribuito a Luca Neri e dei restauri eseguiti, facendo ascoltare brani del repertorio di autori quali V. Pellegrini, G. M. Trabaci, G. Frescobaldi, J. J. Froberger, B. Pasquini ed altri.

Nella stessa giornata si terranno anche due laboratori per bambini, a cura dell’associazione Kiasma Abruzzo, la visita guidata al MUNDA per bambini dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e il laboratorio “Io come…Pollock” nello scenario della Fontana delle 99 Cannelle alle ore 17


Proseguono gli appuntamenti quotidiani de I Cantieri dell’Immaginario.

Giovedì 20 luglio il cartellone prevede alle ore 18 all’Auditorium del Parco l’associazione Musica per la Pace promuove l’appuntamento con Primo Di Nicola. Direttore del quotidiano Il Centro, Di Nicola è il protagonista della seconda giornata di “Girovagando nel mondo di Gadda”, i giovedì di approfondimento sulla figura di Carlo Emilio Gadda in preparazione dello spettacolo ideato da Errico Centofanti sull’esperienza aquilana del grande scrittore milanese.

Si parlerà di “Giornalismo e letteratura negli anni di Gadda e al giorno d’oggi”, confrontando stili di lavoro e modelli culturali dei giorni nostri con quelli degli anni Trenta del Novecento.

Gadda, infatti, prima di raggiungere la fama che lo ha consacrato tra i più importanti romanzieri europei, collaborò a lungo con i maggiori quotidiani nazionali e fu anche redattore del Terzo Programma della Rai, il che lo colloca a buon diritto anche nell’olimpo del giornalismo.

È a sua volta un nome prestigioso dell’attualità, quello dell’animatore dell’incontro: il giornalista Primo Di Nicola, dal 2016 Direttore del quotidiano Il Centro. Per trent'anni, Di Nicola ha firmato le inchieste su sprechi e malaffare sulle pagine del settimanale L'Espresso, per il quale ha realizzato importanti inchieste, a cominciare da quella che nel 1978 portò alle dimissioni dell'allora presidente della Repubblica Giovanni Leone. Politologo e autore di libri di successo, dal 2014 cura la sezione Palazzi&Potere del Fattoquotidiano.it.

          In serata, alle 21.30 nella Chiesa del Monastero di Sant’Amico, la Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” propone l’appuntamento con lo studioso e organista Armando Carideo, che racconterà la storia dell’organo costruito nel XVII secolo e attribuito a Luca Neri e dei restauri eseguiti, facendo ascoltare brani del repertorio di autori quali V. Pellegrini, G. M. Trabaci, G. Frescobaldi, J. J. Froberger, B. Pasquini ed altri.

L’antico Monastero agostiniano di suore di clausura intitolato a Sant’Amico, nei pressi della Fontana Luminosa, risalente al 1300, con successivi rimaneggiamenti fino ai primi del ‘900. Recentemente è stato compiuto il restauro della Chiesa e quasi concluso quello di tutto il complesso conventuale. Nel Monastero, vero scrigno di opere d’arte, è custodito anche il prezioso attribuito a Luca Neri, il costruttore che, originario di Leonessa, ha realizzato veri capolavori in cattedrali, chiese e monasteri di tutto il centro Italia.

Armando Carideo con l’Istituto dell’Organo Storico Italiano è stato uno degli animatori della Rassegna Organistica che da 22 anni costituisce parte della programmazione della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” e un sostenitore e collaboratore privilegiato per i tanti lavori che dagli anni ’90 sono stati realizzati dalla Soprintendenza competente per salvaguardare uno dei patrimoni artistici più preziosi presenti in città e nel circondario. L’ingresso al concerto è libero ed è l’occasione per tornare a vivere un luogo suggestivo nel cuore del centro storico della città.

Nella stessa giornata si terranno anche due laboratori per bambini, a cura dell’associazione Kiasma Abruzzo, la visita guidata al MUNDA per bambini dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e il laboratorio “Io come…Pollock” nello scenario della Fontana delle 99 Cannelle alle ore 17, nel corso del quale i bambini saranno avvicinati alla pittura di Jackson Pollock, con attività di action painting. Lo stesso percorso didattico artistico potrà essere seguito venerdì 21 alle ore 17, al Parco del Castello.