Gli eventi

TEMPESTA - danza - musica - voce

spettacolo

GRUPPO E-MOTION e SOCIETÀ AQUILANA DEI CONCERTI

Parco del Castello - il 03/08/2016 ore 21:00

coreografia e regia Caterina Genta 
musica e multimedia Marco Schiavoni 
disegno luci Ivano Cugia
interpreti Luca Castellano, Matteo Corso, Caterina Genta, Cristina Locci, Sara Pischedda
produzione ASMED - Balletto di Sardegna con il contributo del MIBACT e della Regione autonoma della Sardegna
foto Florindo Rilli

 


Il lavoro, nato in prima stesura come opera performativa, danzata, cantata e recitata da una sola interprete, in questa fase si evolve con l’inserimento di cinque danzatori che affiancheranno la performer interpretando le suggestioni dell’opera, i personaggi, le forze della natura, la magia. La Tempesta è un laboratorio isola-mondo per un’originale scrittura coreografica in cui i danzatori saranno protagonisti, autori e interpreti, creando ognuno il proprio racconto. La colonna sonora nasce dalle suggestioni e dalla potenza evocativa del testo in lingua originale. La presenza del cerchio magico, usato come punteggiatura drammaturgica in video, diventa elemento scenografico in linea con la quotidianità degli oggetti che animano lo spazio. Cerchio come simbolo della magia di Prospero e dell’Universo Shakespeariano in cui l’isola è il mondo, il mondo è il teatro e lo specchio.

(in caso di maltempo Auditorium del Parco)


Dove si svolge

Parco del Castello

Tutti gli spettacoli che si svolgono a Parco del Castello

Il parco del Castello e’ la zona verde che cinge il Forte Spagnolo. Un enorme parco alberato, autentico polmone verde cittadino.
Un parco realizzato attorno al castello cinquecentesco, la fortezza dell’Aquila che venne costruita nel corso di un grandioso progetto di rafforzamento militare del territorio avvenuto durante la dominazione spagnola in Italia meridionale nella prima meta’ del cinquecento.
Mai usato per scopi bellici, fu usato nel seicento come residenza del governatore spagnolo e poi come alloggio per i soldati francesi nell’ottocento e per i tedeschi nell’ultima guerra mondiale. Nel 1951 fu restaurato ad opera della Soprintendenza ai monumenti e gallerie d’Abruzzo e Molise. E’ sede del museo nazionale d’Abruzzo.
Danneggiato dal terremoto, non e’ ancora agibile.
All’interno del parco del Castello, entrando dalla Fontana Luminosa, dopo il sisma e’ stato costruito un Auditorium progettato dall’architetto Renzo Piano su idea di Claudio Abbado e finanziato dalla provincia autonoma di Trento. Questo per restituire alla citta’ uno spazio culturale a disposizione delle molteplici attività che si realizzano in citta’.