Gli eventi

DANZARE LA MUSICA

spettacolo

Associazione I Solisti Aquilani

Piazza Santa Margherita - il 13/08/2015 ore 21:30

Racconti del Novecento di Carla Fracci, Beppe Menegatti e I Solisti Aquilani
musica e testi di Gluck, Duncan, Stravinskij, Balanchine, Bartók, Milloss, Ciaikovskij


La storia della danza e del balletto del Novecento è legata alla straordinarietà di brani di musicisti come Gluck, Stravinski, Ciaikovski, Bartok, Bernstein. Attraverso le esecuzioni dei Solisti aquilani e un inedito dialogo pubblico tra Carla Fracci e suo marito, il regista Beppe Menegatti, si percorreranno tappe essenziali del Novecento attraverso musiche indimenticabili e storie e aneddoti su spettacoli e personaggi della danza e del balletto, da Isadora Duncan a George Balanchine a Jerome Robbins. 

Dove si svolge

Piazza Santa Margherita

Tutti gli spettacoli che si svolgono a Piazza Santa Margherita

La Piazza dei Gesuiti e' chiamata cosi' dagli aquilani per la presenza della Chiesa di Santa Margherita, nota come chiesa del Gesu' o dei Gesuiti. Anche la piazza, in realta', si chiama Piazza Santa Margherita. La Piazza dei Gesuiti e' quella che dunque ospita questo edificio religioso costruito nel XVII secolo dalla Compagnia di Gesu' assieme al collegio adiacente. Una chiesa questa anch'essa danneggiata dal terremoto del 6 Aprile. Il progetto dei Gesuiti per realizzare in citta' un collegio con annessa chiesa risale alla seconda meta' del 500 ma l'iter progettuale incontro' molte difficolta' che posticiparono l'inizio dei lavori. Nel 1597, dopo circa 30 anni di trattative e grazie all' appoggio delle autorita' civili e religiose, l'ordine riuscì a rilevare l'antico palazzo della Camera e la vicina chiesa in piazza Santa Margherita per installarvi il collegio. I lavori per la chiesa di Santa Margherita cominciarono dunque nel 1636 e, inizialmente, procedettero spediti almeno per quanto riguarda la muratura portante. Nel 1641 era agibile un'unica cappella, quella della Trinità e nel 1662 risultavano finite solo le tre cappelle a sud ed una delle cappella a nord.  Pur in assenza di una precisa documentazione, si può ipotizzare la fine dei lavori all'ultimo decennio del 600 anche perché dopo il terremoto del 1703 (che a Santa Margherita causò pochi danni) si intervenne solo con opere di riparazione e abbellimento. 

In realtà la facciata non venne mai conclusa e si presenta ancora oggi a grezzo. Anche la zona absidale non venne mai completata e si presenta piuttosto arrangiata nelle sue forme esterne, nonché decisamente brusca e conclusiva all'interno della chiesa.

La Piazza ha al suo interno anche una fontana. Piazza dei Gesuiti non e' lontana da Piazza Palazzo, quello che una volta era il cuore poltico dell'Aquila. E' circondata da Palazzo Camponeschi, Palazzo Margherita, Palazzetto dei Nobili e Palazzo Pica Alfieri.